top of page

Petto di pollo (cottura a bassa temperatura) con crema di zucca e Pinot grigio Lo Triolet.

Specchio, servo delle mie brame: qual è il miglio Pinot Grigio dello stivale?

Ebbene sì, non nascondiamo la nostra predilezione per questa cantina valdostana e per questa bottiglia, che trova in se stessa la ragione per essere aperta, anche senza abbinamento, come aperitivo o come vino da meditazione.

Grande soddisfazione, da parte nostra, anche con la carne bianca: l’abbinamento con il petto di pollo e la crema di zucca ci ha convinto, molto.

Le tante morbidezze di questo piatto, indotte dalla tendenza dolce della carne e della zucca, si sposano perfettamente con le durezze del Pinot grigio e nello specifico con la sua accentuata sapidità.

Dall’altra parte invece c’è la giusta concordanza tra l’aromaticità apportata dalla crema di zucca e l’ottima intensità gusto olfattiva del vino, con le sue note floreali (gelsomino) e fruttate (pera, pesca, uva spina).

La freccia è indubbiamente scoccata anche per noi di Pupitres, e dritta al cuore!


Voto Pupitres: 93/100 - visitate la pagina con tutti i nostri voti: www.pupitres.it/tastings

... e qui trovate il post della nostra visita in cantina: www.pupitres.it/post/lo-triolet-valle-daosta

abbinamento rubrica le affinità gustative | Pupitres.it
punteggio vino Puinot Grigio cantina Lo Triolet | Pupitres.it

58 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page