top of page

Five roses: il primo rosato d'Italia

Nel precedente articolo vi abbiamo proposto un abbinamento speriamo interessante.

La parte più appassionante tuttavia, almeno per noi, ricade sulla storia di questa etichetta.

Se da una parte ci sono molti elementi che collocano i primi vini rosati in Francia (Vin de soif), per quanto riguarda il Bel Paese, il primato ricade sul Five Roses, imbottigliato e commercializzato per la priva volta nel 1943 dalla cantina salentina Leone de Castris.

Prodotto storicamente con i vitigni autoctoni Negroamaro e Malvasia nera, venne denominato come la contrada "Cinque Rose", in onore del fatto che da varie generazioni ciascun De Castris aveva avuto cinque figli.

Fu sul finire della seconda guerra mondiale che il generale Charles Poletti, commissario per gli approvvigionamenti delle forze alleate, una volta assaggiato ne richiese una grossa fornitura. Il generale volle però un vino dal nome americano, nacque così il Five Roses e da qui il motivo della sua fama fuori dai confini del nostro paese.

Per quanto riguarda la degustazione possiamo dire che alla vista conquista per il suo tipico rosa cerasuolo, risulta piacevolmente ruffiano con i suoi sentori fruttati di ciliegia e fragoline di bosco, e crediamo di non azzardare nel dire che è un vino colpevolmente sottovalutato.

Peace.




108 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page