top of page

Cozze in pastella e Five roses cantina De Castris

Anche a tavola spesso gli opposti si attraggono, il principio vale anche per questo sfizioso antipasto ed il celeberrimo Five Roses, della cantina Leone de Castris (LE). Dell’affascinante storia del primo rosato italiano ne parleremo nel prossimo articolo, aneddoti sempre piacevoli da condividere con i propri commensali.


In merito all'abbinamento osserviamo che la componente morbida del piatto, sorretta dalla grassezza dell’olio e delle uova della pastella, si fondono appieno con le durezze del Five Roses e nello specifico con la sua generosa freschezza (acidità) che detergente il palato come meglio non si potrebbe chiedere, anche senza ausilio di bollicine. Le durezze del piatto, dovute alla sapidità delle cozze, vengono invece smorzate dalle parti morbide del vino.

A far da contraltare troviamo una bella concordanza tra l’aromaticità dei molluschi e l’intensità gusto olfattiva di questo rosato, prodotto con i vitigni Negramaro e Malvasia nera di Lecce.

La freccia è nuovamente scoccata per noi di Pupitres per l’abbinamento, per la storia di questa cantina e bottiglia che in questo momento, più di altri, rievoca ricordi di un passato che pensavamo ormai svanito. Peace.










57 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page